Javascript is required to view this map.

Parma Frontiere Associazione Culturale

organizations

La storia di ParmaFrontiere

L'Associazione Culturale ParmaFrontiere si è legalmente costituita nel luglio 2001. La sua principale attività è la direzione ed organizzazione del festival internazionale ParmaJazz Frontiere, creato da Roberto Bonati nel 1996 e gestito amministrativamente dal Teatro Regio per le prime cinque edizioni, dal 1996 al 2000. Dal 2001 il festival si è reso autonomo e viene interamente coordinato da ParmaFrontiere. Il festival è sostenuto da Fondazione Monte di Parma, Comune di Parma, Provincia di Parma, Regione Emilia-Romagna. Si avvale inoltre della collaborazione con l’Istituzione Casa della Musica e il Conservatorio “A. Boito” di Parma.

Scopo principale dell’associazione e del ParmaJazz Frontiere festival è di promuovere progetti nell’ambito del jazz e della musica contemporanea, alla ricerca dei suoni e delle musiche di “frontiera”, intesa come confronto e contaminazione tra i diversi generi del jazz, della musica improvvisata, della musica etnica e delle musiche “classiche” extra europee. 

L'attività di ParmaFrontiere prevede inoltre l'organizzazione di laboratori dedicati ai vari linguaggi artistici. Ha così preso il via, a partire dal 2001, una proficua serie di corsi in cui si sono susseguite ed avvicendate differenti discipline, quali musica, danza contemporanea, fotografia, cinema. In quest’ottica di sane contaminazioni, sono nati i workshop di batteria e percussioni che annoverano tra i docenti nomi quali Han Bennink, Pierre Favre e Anthony Moreno; workshop di pianoforte e improvvisazione a cura di John Taylor e Misha Alperin; i seminari di Danza contemporanea condotti dalla danzatrice e coreografa Anna Boschetti; un workshop di danza curato da Emio Greco; Le visioni della musica, laboratorio di approfondimento sulle tecniche del documentario di creazione condotto Pietro Medioli; il laboratorio Ascoltare, percorso di “ascolto guidato” e di approfondimento dei vari linguaggi musicali del Novecento a cura di Roberto Bonati e Vincenzo Mingiardi; Fotografare la musica, laboratorio fotografico a cura del fotografo di spettacolo Roberto Masotti; Talea – laboratorio di improvvisazione e musica d’insieme, a cura di Roberto Bonati.

The Associazione Culturale ParmaFrontiere was legally constituted in July 2001. Its principal activity is the Direction and organization of the international festival “ParmaJazz Frontiere”, created by Roberto Bonati in 1996 and administrated by the Teatro Regio for the first five years, from 1996 to 2000. Since 2001 the festival has been autonomous and is entirely coordinated by ParmaFrontiere. The festival is financed by Fondazione Monte di Parma, the Parma Town Council, Provincia di Parma, Regione Emilia-Romagna and by Dallara Automobili. Furthermore it enjoys collaborations with the Istituzione Casa della Musica and the Conservatorio “A. Boito” di Parma.

The main aim of the association and of the ParmaJazz Frontiere festival is to promote projects within the world of jazz and contemporary music, the search of  the sonorities of “frontier” music, in a “melting-pot” of different kinds of jazz, musical improvisation, ethnic and  “classic” extra-european music forms.