Javascript is required to view this map.

Centro Musica Creativa (Cmc)

media

Dal 1977 il Centro Musica Creativa ha rappresentato un importante polo aggregativo per i musicisti di ricerca, piemontesi ma non solo, ed una presenza costante sul territorio attraverso attività concertistiche, didattiche, editoriali, discografiche e multimediali. Il Centro Musica Creativa ha realizzato importanti rassegne in proprio (Torinojazz I, II, III; Jazz & altro; Jazz d'avanguardia a Torino; Tamburi & C.; CMC 1977/1997; ecc...) e varie collaborazioni con l'Ente Pubblico (a Torino: Punti Verdi, Settembre Musica, Jazz x Torino, ecc...; a Vercelli: Vercelli in Blue; ad Ivrea: Porfido Jazz; ad Avigliana: MagicAvigliana; a Ragusa: Festival Ibleo del Jazz '93 e '94; ecc...). Ha una propria etichetta discografica che attraverso una quarantina di pubblicazioni ha documentato importanti momenti del jazz moderno italiano. Importante la costante presenza nella didattica, sia con collaborazioni (Corsi di Formazione musicale di Torino), sia in proprio (p.es. Corsi nei quartieri Cenisia e Parella di Torino nei primi anni '80). Il Centro Musica Creativa ha avuto tra i propri soci, in periodi diversi, personaggi di rilievo dell'ambiente musicale piemontese: Gianpiero Gallina, primo presidente della Cooperativa ed attuale direttore artistico di "Musica 90"; Renzo Pognant Gros, produttore discografico; i giornalisti Ivo Franchi e Michele Mannucci; innumerevoli musicisti italiani e stranieri, a partire dai torinesi Furio Di Castri e Antonino Salerno. Il Centro Musica Creativa ha inoltre svolto attività organizzativa per importanti formazioni, a partire dall'Italian Instabile Orchestra, presentata nel '95 a Settembre Musica.